venerdì 29 novembre 2019

Tesi H2: official teaser






ABS test...



...for the new Tesi H2






by Bimota official

mercoledì 6 novembre 2019

Done! It is official!



E' ufficiale, contro ogni possibile dubbio, Kawasaki (sembra che ad acquistare sia stata proprio Kawasaki Heavy Industries Japan e quindi non la filiale Italia né tantomeno quella europea) ha finalizzato il matrimonio con Bimota.
Kawasaki acquista Bimota, non al 100% come forse i più immaginavano, ma sarà anzi un matrimonio al 49,9% (questa la quota acquisita da Kawasaki) contro il 50,1% che rimane di proprietà del duo di imprenditori svizzeri Marco Chiancianesi e Daniele Longoni.
La trattiva è durata circa tre anni, come riporta il sito motociclismo.it, non sono state rese note le cifre dell'accordo, si ipotizzano alcuni milioni di euro.
La notizia era già apparsa la scorsa settimana su alcune testate giornalistiche euoropee, ma nessuno in Italia aveva ripreso la notizia. Nella giornata di oggi 06/11, secondo giorno di EICMA, salone espositivo del ciclo e motociclo in svolgimento a Milano-Rho, è stato dipanato ogni dubbio con una presentazione della TesiH2.
Dal nome si deduce che il motore scelto sia quello sovralimentato di 998cc inserito nel telaio, rivisto della Tesi. In aggiunta si nota una estetica frontale molto simile a quella della Vyrus M2 986, con l'aggiunta di alcune alette per aumentare il carico aerodinamico all'anteriore.
Particolare risalto il display a colori di tipo TFT, l'uso di sospensioni elettroniche Ohlins. Del costruttore svedese salta gli occhi il doppio mono ammortizzatore montato al posteriore con il serbatoio e la ghiera remotati esternamente alla sospensione stessa, sul fianco destro della moto.
Non è chiaro se sia un prototipo, una maquette (come fu per l'allora BB2) o se si tratta effettivamente di un prodotto che vedrà la commercializzazione nel 2020.

Di seguito alcune foto (per approfondire clicca qui )







pic by motociclismo.it

lunedì 30 settembre 2019

Owner change?

Negli ultimi giorni è rimbalzata principalmente in Italia, la notizia che Bimota sia stata acquistata o forse è più corretto dire sia in procinto di essere acquistata, vista la mancanza di fonti ufficiali, da parte di Kawasaki.
Da indiscrezioni o supposizioni riportate negli articoli pubblicati da varie testate giornalistiche la notizia dovrebbe essere comunicata ufficialmente nei prossimi giorni.
Se la notizia risultasse vera ritengo sia senz'altro un passo positivo nella storia della casa riminise, l'acquisto di un grosso gruppo come Kawasaki Heavy Industries porterebbe nuova linfa all'azienda che oramai non sembrava avere un futuro visti gli ultimi due anni lontano da tutti i palcoscenici offerti dai vari saloni internazionali, per non parlare delle competizioni.
da appassionato mi auguro che questo acquisto possa ridare uno slancio alla produzione degli attuali modelli ma soprattutto all'eccellenza del made in Italy permettendo di nuovo a Bimota di mostrare la sua esclusività sia nel design sia nelle scelte tecniche, le ultime soprattutto sono certamente fautrici della fama internazionale di Bimota. A tal proposito ricordiamo cosa è stata la HB1, o cosa ancora sia il progetto Tesi.
Non ci resta dunque che aspettare qualche giorno o forse ora per sapere se vedremo mai una KB4...
Magari un giorno la vedremo tornare a solcare le piste rinverdendo i fasti avuti con John Ekerold...


Di seguito alcuni link ad articoli della stampa italiana


www.motociclismo.it


www.inmoto.it


www.gpone.com


www.dueruote.it


www.gazzetta.it


www.inmoto.it


www.insella.it




below some link from foreign press


www.visordown.com


www.asphaltandrubber.com